Materie plastiche – i prezzi infrangono nuove soglie, peggiora l’offerta - Mori 2A

11 Marzo 2021

Materie plastiche – i prezzi infrangono nuove soglie, peggiora l’offerta

I mercati europei di PP e PE sono sul punto di registrare nuovi rialzi legati all’offerta a marzo, il quinto mese consecutivo di aumenti. Il trend rialzista, che ha acquisito forza da gennaio in avanti, non sembra perdere slancio visto che si attende un nuovo giro di aumenti a tre cifre.

I venditori si preparano ora a testare i nuovi massimi per il mese prossimo. I player si aspettano di vedere aumenti fino a €150/ton per il PP e di €100/ton per il PE.
Secondo i dati medi settimanali del Price Index di ChemOrbis, i mercati di PP e PE hanno toccato i nuovi massimi degli ultimi anni.

Prezzi in continuo aumento e disponibilità sempre più limitate. La situazione di shortage sul mercato, come già avvenuto del 2015, sta rendendo sempre più critico l’approvvigionamento di materie prime per le aziende del settore.

Unionplast rilancia l’allarme per la scarsità delle materie prime e l’impennata dei prezzi causate dalla riduzione dell’import e dalle chiamate di Forza Maggiore. Rivolge inoltre un appello ai produttori affinché mettano in atto una politica di sviluppo in Europa finalizzata al rinnovamento. Auspica infine il massimo sforzo, da parte del comparto della produzione, finalizzato alla tutela della propria filiera a valle.

L’industria di trasformazione nazionale, in un periodo ancora delicato per l’economia nazionale ed europea, ha forte necessità di ricevere le quantità attese per poter soddisfare a sua volta i propri mercati e settori di impiego.