Ultime novità internazionali del settore Ho.Re.Ca. di Settembre

23 Settembre 2021

M2A Breaking News – Settembre 2021

Nuove raccomandazioni tedesche del BfR sulle gomme

Nel luglio 2021 il BfR ha pubblicato le versioni aggiornate della “Raccomandazione XXI – Prodotti a base di gomma naturale e sintetica a contatto con gli alimenti”. I documenti sono disponibili sul sito web del BfR dall’inizio di Settembre.

Molti cambiamenti sono avvenuti nei documenti del BfR (L’Istituto federale tedesco per la valutazione dei rischi) per le gomme. La nuova raccomandazione prevede una lista positiva di sostanze che possono essere utilizzate nel prodotto finito, con requisiti e restrizioni specifiche. Se il materiale o l’articolo è destinato a venire a contatto ripetutamente con i prodotti alimentari, i test di migrazione devono essere eseguiti tre volte sullo stesso campione, ogni volta utilizzando una porzione diversa del simulante alimentare.

Si richiede di verificare la conformità sulla base del valore di migrazione riscontrato nella terza prova. Se c’è la prova inconfutabile che il valore di migrazione non aumenta nella seconda e nella terza prova e i parametri di migrazione non vengono superati nella prima prova, non sono necessari ulteriori test. Per gli articoli, come le guarnizioni, che entrano in contatto con il cibo a temperature fino alla temperatura ambiente e solo per un tempo molto breve, la nuova raccomandazione specifica, più della versione precedente, che si può rinunciare al test di migrazione.

 

I test della FDA non mostrano alcun livello rilevabile di Pfas nella maggior parte degli alimenti

I test della Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti continuano a mostrare che la maggior parte degli alimenti non contiene livelli rilevabili dei 16 diversi tipi di sostanze per-e polifluoroalchiliche (PFAS).

I risultati dei test rilasciati dall’agenzia il 26 agosto 2021, hanno mostrato che 164 dei 167 alimenti testati non avevano livelli riscontrabili di nessuno dei 16 PFAS misurati. I tre campioni di cibo che avevano livelli rilevabili erano: bastoncini di pesce, tonno in scatola e proteine in polvere. I risultati dei test provenivano dalla prima indagine della FDA sugli alimenti trattati distribuiti a livello nazionale, raccolti per il Total Diet Study (TDS). Un aggiornamento dei costituenti della FDA sul più recente set di dati può essere trovato qui. Una precedente serie di dati rilasciata dalla FDA il 30 giugno 2021, ha mostrato che i PFAS sono stati rilevati solo in uno dei 94 campioni di cibo.

Questi test includevano una varietà di pane, dolci, frutta, latticini, verdure, carni, pollame, pesce e acqua in bottiglia. I PFAS sono stati rilevati in un singolo campione di merluzzo, che conteneva livelli rilevabili di due composti PFAS, perfluoroottano sulfonato (PFOS) e acido perfluorononanoico (PFNA).