#
16 novembre 2017
Le nostre GASTRONORM non sono solo semplici contenitori in acciaio inox

 Quello che caratterizza i nostri prodotti è frutto delle scelte fatte nel corso degli anni

IL MATERIALE
  • Studiati e realizzati in ottemperanza alla normativa UNI 631-1 
  • Realizzati in AISI 304 (1.4301) per garantire un’ottima resistenza alla corrosione. L’ AISI 304 è un acciaio austenitico che può essere utilizzato a contatto con gli alimenti secondo il decreto ministeriale 21/03/1973 e successivi aggiornamenti e modifiche;
  • Materiale di partenza allo stato “ANNEALED” ovvero nella migliore condizione di resistenza alla corrosione. I nostri prodotti sono realizzati con un acciaio inossidabile con un contenuto di Nichel superiore al valore minimo previsto il che promuove un ulteriore incremento della resistenza alla corrosione;
LA PROGETTAZIONE
  • Spessori appositamente studiati per garantire maggiore robustezza ed indeformabilità;
  • Raggiature ridotte per garantire massimo contenuto;
  • Gradino di sovrapponibilità per consentire un impilaggio ottimale;
  • Planarità dei bordi a garanzia estetica e resistenza a deformazioni;
LA PRODUZIONE
  • Le operazioni di smerigliatura vengono effettuate da robot antropomorfi che garantiscono superfici non taglienti;
  • Sottoposti a trattamento termico di solubilizzazione che consiste nel riscaldare l’acciaio inox ad una temperatura sufficientemente alta (1000-1050°/C circa) in modo da rimuovere le alterazioni e tensionamenti dovuti al processo di deformazione, nel permanere a tale temperatura per il tempo necessario a portare in soluzione tutti i carburi e nel raffreddare con sufficiente rapidità in modo da prevenire la precipitazione degli stessi;
  • Sottoposti a trattamenti di decapaggio, passivazione e vibroburattatura necessari per rimuovere ogni traccia di ossidazione ed elementi inquinanti derivati dal processo produttivo, promuovere la formazione dello strato passivo e raggiungere il grado di finitura superficiale ottimale da un punto di vista estetico e nei confronti della resistenza alla corrosione. Le prove di corrosione eseguite in nebbia salina neutra hanno permesso di rilevare che il contenitore finito non presenta alcuna alterazione di corrosione dopo 1500 ore di esposizione;
  • Ogni singolo pezzo è sottoposto a lavaggio speculare con acqua demineralizzata;
  • La bassa rugosità superficiale consente un lavaggio agevole;
  • Su richiesta disponibili differenti tipologie di personalizzazionE;
  • Su richiesta disponibile rivestimento PVD od antibatterico (ABACO – JIS Z 2801/A12012);
  • La bassa rugosità superficiale consente un lavaggio agevole
TEST, PROVE E CERTIFICAZIONI
  • Realizzati secondo procedure GMP (Good Manufacturing Practice) definite dal regolamento (CE) N. 1935/2004 del parlamento europeo e dal regolamento (CE) N. 2023/2006
  • Rispettano i limiti di migrazione globale e specifica di Nichel, Cromo e Manganese nelle condizioni di prova riportate:
                • Simulante: acido acetico 3% P/V
• Tempo e Temperatura: 30 minuti a 100° C – contatto ripetuto
• Rif.: D.M. 21/03/1973 e successivi aggiornamenti e modifiche
  • I contenitori sono prodotti secondo procedure in grado di ottemperare al requisito “Tracciabilità” secondo il regolamento n.2023/2006 GMP (Good Manufacturing Practices)