#
01 gennaio 1970
La tracciabilità dei prodotti Mori 2A è un’ulteriore garanzia per i nostri clienti

Tutti gli articoli MORI2A sono prodotti secondo procedure in grado di ottemperare al requisito della “Tracciabilità” secondo il regolamento n.2023/2006 GMP (Good Manufacturing Practices) che si traduce in sistemi per l’identificazione delle fasi produttive e di trasformazione che contribuiscono a produrre un prodotto.
La tracciabilità parte dalla codifica della materia prima garantendo, nel caso di una non conformità in futuro, la sua individuazione. Successivamente durante la fase di trasformazione delle materie prime vengono registrati diversi dati: data, personale, attrezzature utilizzate, parametri di processo impostati che permetteranno di individuare eventuali anomalie nel processo produttivo.
La tracciabilità consente anche il controllo dei semilavorati in uscita. In sequenza è quindi possibile identificare tutti i punti del sistema di tracciabilità, sempre con l’ottica di garantire il percorso a ritroso (rintracciabilità) e la possibilità di individuare la causa di una non conformità.
Lotto e punti di tracciabilità devono essere correlati ad un’identificazione di un gruppo di prodotti omogenei.
Lo scopo è quello di far sì che i prodotti conservino traccia della propria storia.
Come? Utilizzando delle “impronte”, ovvero la documentazione raccolta dai vari operatori coinvolti nel processo di produzione, per isolare un lotto produttivo in caso di emergenza, e consentire al produttore e agli organi di controllo che hanno il dovere di vigilare sulla sicurezza alimentare del cittadino, di gestire e controllare eventuali situazioni di pericolo attraverso la conoscenza dei vari processi produttivi
La rintracciabilità dei materiali e dei prodotti è quindi garantita in tutte le fasi per facilitare il controllo, il ritiro dei prodotti difettosi, le informazioni ai consumatori e l’attribuzione della responsabilità.