#
01 gennaio 1970
Food Contact News – Aprile 2019

IL PARLAMENTO DELL’UE VIETA ALCUNE PLASTICHE MONOUSO
Il Parlamento europeo concorda su misure volte a vietare speifiche plastiche monouso nell’UE entro il 2021, fissa obiettivi per la raccolta delle bottiglie e il contenuto riciclato, estende la responsabilità del produttore e l’etichettatura

In un comunicato stampa pubblicato il 27 marzo 2019,il Parlamento europeo (PE) annuncia l’approvazione di una nuova direttiva che consentirà di vietare molti articoli in plastica monouso nell’UE entro il 2021. In particolare, i seguenti prodotti non saranno più permessi: posate monouso in plastica (forchette, coltelli, cucchiai e bacchette), piatti monouso in plastica, cannucce in plastica, bastoncini di cotone in plastica, bastoncini di palloncini in plastica, contenitori in plastica per alimenti e tazze in polistirolo espanso oxo-degradabili
Inoltre, la legislazione imporrà agli stati membri dell’UE di “raggiungere un livello di
obiettivo di raccolta del 90% per le bottiglie di plastica entro il 2029, e le bottiglie di plastica conterranno almeno il 25% di contenuto riciclato entro il 2025 e il 30% entro il 2030”. Inoltre “rafforza l’applicazione del principio “chi inquina paga”;,
in particolare per quanto riguarda il tabacco, introducendo una responsabilità estesa per i produttori di tabacco e stabilisce “che l’etichettatura relativa all’impatto ambientale negativo del lancio di sigarette con filtri di plastica nelle strade dovrebbe essere obbligatoria, così come per altri prodotti quali tazze di plastica, salviette umidificate e assorbenti igienici”.

 

 

LA THAILANDIA PROPONE UNO STANDARD PER I FCMS
La Thailandia notifica all’OMC una futura norma obbligatoria per le plastiche termoindurenti derivate dalla formaldeide

In un articolo recentemente pubblicato dalla rivista Virtual-Strategy Magazine, Il ministero dell’Industria tailandese ha notificato all’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) l’introduzione di una norma obbligatoria per i materiali a contatto con gli alimenti e oggetti di plastica termoindurente derivata da formaldeide. Il progetto di norma riguarderà le seguenti resine, se adottate: Melammineformaldeide (MF), melaminaurea-formaldeide (MUF), ureaformaldeide (UF). Il progetto riguarda, tra l’altro, la migrazione complessiva (≤ 10 mg / dm²), migrazione specifica di formaldeide, migrazione specifica di melamina e metalli pesanti.