#
01 gennaio 1970
Food Contact News

IL REGNO UNITO INTRODURRÀ UNA TASSA SUGLI IMBALLAGGI IN PLASTICA ENTRO IL 2022

Il governo britannico prevede di introdurre una tassa su tutti gli imballaggi in plastica contenenti meno del 30% di contenuto riciclato entro aprile 2022.

Il governo britannico sta progettando di introdurre una nuova tassa su tutti gli imballaggi in plastica che non include almeno il 30% di contenuto riciclato. Presentando il suo bilancio dell’autunno 2018, il 29 ottobre, il cancelliere Philip Hammond ha detto che il governo mira a far rispettare la tassa a partire da aprile 2022 per dare alle imprese “il tempo di adeguare il loro comportamento e gestire i costi che devono affrontare”.
I piani per il nuovo sistema PPRS, con l’obiettivo di incoraggiare la progettazione e l’utilizzo di imballaggi in plastica più facili da riciclare, saranno annunciati nel corso dell’anno. Secondo Hammond, i futuri ricavi derivanti dalle riforme della tassa sugli imballi e della responsabilità del produttore di imballaggi andrà a favorire gli investimenti per affrontare il problema sulla plastica monouso e sui rifiuti.

TURCHIA: ADOTTARE UN NUOVO REGOLAMENTO SULLE MATERIE PLASTICHE CHE ENTRANO IN CONTATTO CON GLI ALIMENTI

La Turchia ha notificato all’Organizzazione Mondiale del Commercio (OMC) una nuova proposta di regolamento sui materiali plastici che entrano a contatto con gli alimenti (MCA) il 15 novembre 2018.
Secondo la notifica, il “Comunicato del Codex alimentare turco sulle materie plastiche e gli oggetti che entrano in contatto con gli alimenti” dovrebbe entrare in vigore il 1° febbraio 2019 con un periodo transitorio di due anni. Sostituirà l’attuale regolamento turco del 2013 riguardante i materiali plastici che vengono a contatto con gli alimenti. La Turchia, in quanto membro dell’unione doganale dell’UE, sta allineando tutte le sue normative chimiche a quelle degli Stati membri dell’UE.
Il termine ultimo per le osservazioni sul regolamento proposto è il 14 gennaio, 2019.